ALIENI AL FORTE!!!

Le specie aliene e la biodiversità: alla ricerca di specie aliene dei due regni vegetale e animale con ALIEM (Arpal e Distav dell'Università di Genova).

Il progetto ALIEM (Action pour Limiter les risques de diffusion des espèces introduites Envahissantes en Méditerranée)  è un progetto Europeo dell’asse Marittimo.

Lo scopo di questo progetto è quello di creare una rete di allerta precoce sulle specie aliene invasive (IAS) fra i partner che partecipano.

Le specie aliene invasive sono riconosciute da tutti gli scienziati come una delle peggiori minacce alla tutela delle biodiversità. L’Europa si è già mossa fornendo regole e primi elenchi di tali specie. L’Italia, recentemente, ha emanato il DL 230 che contiene la normativa cui attenersi per limitare l’espansione di tale fenomeno.

Quando sono arrivati lassù, un manipolo di volontari, si sono trovati su un altro pianeta, appena  sopra la città. Ruderi ovunque. Alberi che avevano messo radici dentro i ruderi, roveti rigogliosi  e robustissimi e poi discariche. Di materiale inquinante soprattutto. Scaricato per anni da quei cittadini-barbari a dir poco, che per non pagare lo smaltimento scaricano notte tempo nei boschi, e in questo caso in un forte,  terra di nessuno da sempre.  Come sono riusciti, i volontari, a ottenere uno spazio come quello dal Demanio e diventarne i gestori? Hanno dimostrato....

Leggi qui tutto l'articolo di Donata Bonometti

CARO SINDACO, FORSE NON CONOSCE FORTE TENAGLIE

 

Chi parla del Forte Tenaglie come di un vuoto rudere, senza citare l’enorme lavoro che in questi anni lo ha già reso fruibile alla cittadinanza e a progetti sociali, o è in malafede o non sa di cosa parla. E se è vero, come riporta oggi Stefano Origone su Repubblica, che parlando di riqualificazione dei forti il Sindaco Marco Bucci avrebbe messo sullo stesso piano Begato, Puin, Tenaglie e Sperone, sarebbe forse l’ora che il primo cittadino rispondesse ad uno degli inviti che abbiamo fatto nei mesi passati e venisse a conoscere di persona la situazione. Per rispetto dei molti elettori (anche suoi senza dubbio) che ogni settimana salgono al Forte in virtù di uno dei tanti progetti che lo hanno rianimato, ma anche per rispetto delle decine di professionisti, volontari e operatori privati e pubblici che in questi ultimi 8 anni vi hanno lavorato, spesso a titolo gratuito, in nome di una visione e di un sogno collettivo: dare casa e famiglia a minori in affido, e restituire il Forte alla città di Genova con una pluralità di iniziative.

Associazione "La Piuma" ONLUS - C.F. 95107370108
Sede Legale: Via Forlì 6/3, 16127 Genova (GE) - Sede Operativa: via Al Forte Tenaglia 24, 16127 Genova (GE)
+39 338 115 0760 - info@lapiumaonlus.org